Il condizionatore con pompa di calore: consigli per una igiene perfetta

Il condizionatore con pompa di calore: consigli per una igiene perfetta

Il condizionatore in inverno? assolutamente sì!

Se usate d’estate un climatizzatore per donare freschezza agli ambienti, potete utilizzare lo stesso anche come fonte di calore. Quasi tutti i climatizzatori di ultima generazione sono dotati di pompa di calore e inverter, pertanto per scaldare l’ambiente, il climatizzatore prende l’aria calda dall’esterno e la fa confluire dentro casa alzandone la temperatura mediante energia elettrica. Se allora vi apprestate ad utilizzare l’impianto di climatizzazione per l’inverno, ricordatevi, se non lo avete già fatto, di pulire il condizionatore, beneficiando a pieno della sicurezza del climatizzatore e del confort abitativo che sarà in grado di darvi anche nei mesi più freddi.


Gli step fondamentali per una corretta igiene dei vostri climatizzatori

La prima cosa da fare, soprattutto in questa fase critica della storia Covid 19 che stiamo vivendo, è quella di mantenere puliti i filtri dei condizionatori. In questa maniera garantiamo u ambiente sin da subito più salubre. I filtri puliti, infatti, evitano che polvere e batteri possano compromettere l’aria che respiriamo, incidendo sul nostro sistema immunitario.

Questo tipo di pulizia va ovviamente fatta regolarmente ma non è la sola cosa da fare in questo caso. Leggete il nostro articolo, per scoprire un vero e proprio percorso di pulizia del condizionatore, sicuramente un po’ più lungo rispetto a quello relativo solo ai filtri, ma con maggiori garanzie per l’igiene.

Un climatizzatore perfettamente igienizzato


Per un climatizzatore perfettamente igienizzato bisogna tenere conto di 3 specifiche aree su cui agire: split esterno, split interno e ovviamente i filtri.

Suggerimenti per la pulizia dello split esterno

Considerato che lo split viene collocato per l’appunto all’esterno della abitazione, lo stesso è certamente parecchio esposto agli agenti esterni e allo sporco. Qundi smog, polvere, batteri, insetti e polline hanno più probabilità di depositarsi sull’unità esterna e rendere il sistema di climatizzazione meno efficiente e con costi energetici sicuramente più elevati. Ma non solo, sicuramente questo segna un forte impatto anche sulla qualità e la salubrità dell’ambiente in senso lato. Di fatto la pulizia dello split esterno garantisce anche una migliore qualità dell’aria all’interno dell’unità abitativa

La pulizia dello split esterno può essere eseguita come prima fase con un piccolo compressore o anche con una aspirapolvere. Questa operazione serve a rimuovere il primo strato di sporcizia e polvere. Successivamente è possibile lavare lo split con acqua calda e un disinfettante, magari aiutandosi con uno scopettone e facendo sempre attenzione a non creare danni alla struttura.

Suggerimenti per la pulizia dello split interno

Una volta che si è pulito lo split esterno, possiamo concentrarci su quello interno. La prima cosa da fare è, ovviamente, staccare la corrente elettrica e sollevare il coperchio per rimuovere i filtri. Potete, se fate moltissima attenzione, farvi aiutare da una aspirapolvere per rimuovere, con cautela e senza danneggiare gli ingranaggi, il primo strato di polvere. Successivamente usando un panno umido e uno specifico detergente che contenga agenti sgrassanti, o aceto o alcool procedere con una pulizia più profonda. Ricordatevi però che questa ultima fase va fatta solo se avete tolto lo strato di polvere principale.

Consigli per la pulizia dei filtri

I filtri del condizionatore sono sicuramente la parte più semplice e veloce da pulire, ma sono anche la più importante. Nei filtri infatti si accumulano sporcizie, batteri e impurità che, spinti dall’aria che esce dal condizionatore, possono invadere addirittura l’ambiente con gravi, se non serissimi, danni per la salute degli inquilini della casa.

Per una corretta pulizia dei filtri, vi suggeriamo di lavarli con acqua tiepida e sapone neutro. Una volta che avrete finito questa operazione, potrete farli asciugare all’aperto, ma con un piccolo accorgimento: lontano dal sole diretto.

Vi consigliamo infine di eseguire una ordinaria attività di igiene dei climatizzatori da svolgersi almeno due volte l’anno, soprattutto dopo l’estate e prima dell’estate successiva! Questo vi consentirà di godere del calore e del fresco praticamente con il massimo del confort abitativo e del risparmio energetico. Ma soprattutto potrete utilizzare l’impianto di climatizzazione tutto l’anno, allungandone anche la durata nel tempo e le qualità di prestazione energetica.

Se poi preferite che siano degli esperti a prendersi cura del vostro impianto di climatizzazione, e desiderate non solo fare una semplice igienizzazione dei condizionatori, ma una più sicura sanificazione, contattate noi di Miraset, saremo lieti di offrirvi tutta la nostra esperienza e professionalità in materia di sanificazione di impianti di condizionamento e degli split dei condizionatori. Seguiteci anche sulla nostra pagina Facebook per scoprire tutti i servizi di impiantistica che possiamo svolgere per la vostra abitazione, spiegandovi anche come riqualificare la vostra abitazione gratuitamente, grazie alle detrazioni irpef del 110%..

No Comments

Post A Comment

Chiedi un nostro parere, siamo pronti e felici di ascoltarti
Top